Immigrazione. Maria Luisa Crotti all’incontro della Fondazione Don Leandro Rossi

Si vedranno caso per caso le ripercussioni pratiche del decreto sicurezza. Anche perché, dopo l’entrata in vigore della legge lo scorso 5 ottobre, «non ci sono disposizioni transitorie e per alcune situazioni potrebbe dover decidere il giudice».

A specificarlo è stata l’avvocato Maria Luisa Crotti, vice presidente della Camera penale della Lombardia orientale, che sabato pomeriggio è intervenuta all’incontro di formazione organizzato dalla Fondazione don Leandro Rossi.

Nella sede di via Agostino da Lodi sono giunti i rappresentanti di diversi enti che nel Lodigiano fanno accoglienza per persone migranti, che sono stati guidati nella lettura della nuova legge.

Per dare una risposta umana e di speranza

Ecco, ieri sera pensando alle decine di migliaia di persone che il decreto Sicurezza porterà fuori dal sistema di accoglienza, a Lodi già è cominciata l’espulsione dai CAS, mi sono convinta che le Organizzazioni che hanno nel loro DNA la difesa dei diritti per ciascun uomo debbano organizzare, come allora, una rete visibile che si opponga all’emarginazione e all’esclusione di persone che sono già qui, non spariranno perché cacciate dai CAS o dagli SPRAR, spesso hanno già avviato percorsi inclusivi accompagnati da giovani e preparati educatori e operatori.

Non dobbiamo temere le difficoltà e gli ostacoli che la politica tenterà di mettere, troviamoci subito ad un tavolo sul quale ciascuno possa mettere a disposizione competenze pensieri e risorse per dare una risposta umana e di speranza.

Don Leandro Rossi

La svolta: nel Natale del 1977 nella piccola chiesa di Cadilana (Lodi) Don Leandro accoglie il primo tossicodipendente e inizia cosi l’avventura nell’accogliere quelle “pietre scartate che sono diventate testata d’angolo”, in quegli anni gli ultimi tra gli ultimi e quanti chiedessero un rifugio. A questo punto don Leandro inizia a rimanere solo: chi mai voleva vivere vicino ai tossici? D’altra parte la curia nel 1994 invita don Leandro a una scelta precisa: o la parrocchia o la comunità; le due cose appaiono alla curia inconciliabili poiché la cura dei tossicodipendenti avrebbe sottratto tempo alle esigenze parrocchiali.

NEWS RECENTI

Notizie ed eventi da Famiglia Nuova

rivogliono il loro pesce

Rivogliono il loro pesce

Questo libro nasce dall’impegno di Jean-Baptiste Sourou a favore di un dialogo culturale positivo fra l’Europa e l’Africa. Analizza in modo chiarissimo le radici del problema africano risalendo alla tratta quadrisecolare degli schiavi, il colonialismo e il post-colonialismo e mette in luce i tentativi dei popoli africani di uscire della loro attuale situazione. Prima di…

Slim Joe e Martina

Martina

Sono una collega di Martina, ma prima di tutto una donna. Una donna che pensa di poter scegliere il compagno della sua vita con libertà a prescindere dalle caratteristiche fisiche o genitali del maschio; una donna che cerca testa e cuore nelle persone che ha accanto ma che esige sempre e da chiunque rispetto! Sono…

Angiolina

Cara Angiolina anche tu te ne sei andata

Cara Angiolina anche tu te ne sei andata. La nostra Presidente questa mattina mi ha dato la notizia. Un dolore “dolce” mi ha pervaso il cuore. E i ricordi hanno cominciato a scorrere. I ricordi che ho di te a Cadilana, a Montebuono, nelle Assemblee della nostra Cooperativa dove non mancavi mai. Ricordi speciali, dal…

nebbia

Angiolina

Da soli o in coppia verso il calare della sera camminando piano nella nebbia umida, tra ricordi ed il chiacchiericcio si propaga oltre il confine avviando latrati lontani. Nella campagna una casa con riscaldamento a legna, un sapore di antiche tradizioni da cui il retaggio di provenienza è valore e saggezza. Ragazzi sperduti nell’eterno presente…

Jamboye

Jamboye a poco più di un anno dal suo arrivo

«Ero spaventato quando sono arrivato, adesso sto bene perché non ho problemi. Quando vi ho visto per la prima volta ho pensato, chi sono queste persone e cosa vogliono da me? Non ho fatto confronti con i vecchi operatori che ricordo con piacere. Ora si sente bene in questa nuova casa, come dico sempre, IO…

Giornata della Memoria - simboli dei campi di concentramento nazisti

Che senso ha

In questi giorni si sta preparando per la Giornata della Memoria. Eventi nelle scuole, nei teatri, nei vari punti d’incontro. Come ogni anno in questo periodo io mi domando che senso ha di celebrare questo giorno. Da una parte, la mia risposta e “Sì, ha un senso”. La Giornata della Memoria era stabilito per commemorare…

Ascoltare e narrare

Ascoltare e narrare. Socioanalisi narrativa di alcune esperienze pedagogiche nella cooperativa sociale Famiglia Nuova

Questo libro nasce da un cantiere socioanalitico svolto con una cooperativa che si occupa di accoglienza e si confronta con problematiche sociali relative alle tossicodipendenze, ai minorenni in difficoltà e ai migranti. I cambiamenti paradigmatici emersi, tanto nell’organizzazione interna alla struttura quanto nelle relazioni tra gli operatori e gli utenti vengono proposti per l’interesse sociale che presentano. Le organizzazioni…

I NOSTRI SERVIZI

cosa facciamo