Migrano o fuggono in cerca di asilo e protezione, possono essere fragili, vulnerabili, ammalati

Quali sono le differenze tra asilo politico, status di rifugiato e status di protezione sussidiaria? Il primo, l’asilo politico, è l’istituzione giuridica stabilita dalla Costituzione italiana e dal Diritto Internazionale che tutela le persone perseguitate nei propri paesi di origine. I termini rifugiato politico e status di protezione sussidiaria fanno riferimento alla persona che gode…

Continua a leggere

Cambia il mondo, cambiano i contesti, cambiano gli orientamenti

15 maggio Giornata Internazionale della famiglia 17 maggio Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia Temi diversi e anche controversi che hanno fatto risaltare l’antistoricità di affermazioni ideologiche che fissano e propugnano modelli sociali tradizionali e convenzionali, non adottandoli però nella propria sfera privata, ma intimandoli agli altri come sano e giusto modo…

Continua a leggere

Visibilità trans

Il 31 marzo, oltre ad essere stata la domenica di Pasqua è stato il giorno in cui in Italia è tornata l’ora legale. È stata anche la giornata mondiale della visibilità transgender. Nel mio elenco di giornate mondiali era la Giornata del Back up, vatti a fidare del web. Nei giorni precedenti la Pasqua ho…

Continua a leggere

La Libia non è un porto sicuro

La quinta sezione della Corte di Cassazione ha sentenziato che è reato soccorrere i migranti in mezzo al mare per riportarli in Libia o affidarli alla sua guardia costiera. La Libia non è un porto sicuro. Mi sono chiesto più volte come si fa, quale maledizione contraddistingue chi vuole impedire a ogni costo a giovani…

Continua a leggere

Giustizia sociale: una questione di pratiche organizzate e di scelte di parte

Parlare di giustizia sociale oggi è un compito arduo, e non solo per la vastità dei ragionamenti possibili, ma, in particolare, perché si corre il rischio di cadere in argomentazioni alquanto retoriche, lontane, quindi, dalle pratiche e dagli eventi che quotidianamente permettono l’esigibilità dei diritti fondamentali iscritti e adottati nella Assemblea Generale delle Nazioni Unite…

Continua a leggere

L’aggressione al Gay Center

Morite! Froci di merda… Queste le parole scritte sulle pareti esterne e sul marciapiede antistante la sede del Gay Center di Roma da gang di ragazzini e ragazzine. Ed è una delle tante volte. Con delle mazze per colpire, con bombolette per scrivere ingiurie e disegnare simboli uncinati, in gruppetto, riversano la noia e la…

Continua a leggere

Riflessione sulla comunità terapeutica

Maurizio Mattioni Marchetti La Comunità… Per il narratore il dover spiegare un’esperienza di vita che si riassume in una galleria di immagini vivide della memoria non è semplice per via della complessità e della simultaneità delle rappresentazioni. La descrizione della Comunità è un insostenibile tentativo di infilare pensieri in una collana per dare un costrutto…

Continua a leggere

La torta de nonna

Valentina e Clara A Roma per la Summer School 2023 di Forum Droghe e CNCA L’edizione 2023 della Summer School ha avuto come tema del dibattito la prevenzione nei giovani secondo i princìpi della limitazione dei rischi. Le tre giornate di formazione si sono aperte con un importante confronto tra le politiche del “just say…

Continua a leggere

Impariamo da chi incontriamo

Ilaria Rocca La comunità Gandina di Famiglia Nuova che ospita persone con dipendenza problematica si è spesso ritrovata ad aver per lo più ospiti sottoposti a provvedimento dell’autorità giudiziaria, in particolare affidamento, arresti e custodia cautelare più qualche caso di misura di sicurezza. Responsabilizzazione Se dovessimo sintetizzare in poche parole il nostro sistema di lavoro,…

Continua a leggere

Rotte di rottura

Giulia Corvi Quotidianamente, nel mio ondeggiante lavoro educativo, incrocio e attraverso moltissimi volti adolescenti. Volti rivolti talvolta al cielo, talvolta alla terra, talvolta al proprio naso, certe volte alla cerniera delle proprie felpe in cui si incappucciano per sembrare piccoli e invisibili o ancora verso i lacci delle loro scarpe con i quali non si…

Continua a leggere

Maleducazione alla sopravvivenza

“Porca miseria: oggi l’acqua è sporca. Guarda qua che schifo. Ci sono pezzi di legno ovunque. E che sono sti pezzi di stoffa? Giorgina! Lascia stare quel bambino morto e vieni a mettere la crema ché il sole scotta! Ma sto cavolo di Governo che ha intenzione di fare? Vorrà mica rovinarmi le vacanze? Un…

Continua a leggere

3 albicocche fanno la differenza?

Cammino veloce per sgranchire il corpo e ordinare pensieri. Stamattina passando sotto un albero vedo il figlio della signora con la quale mi fermo a parlare se la trovo in giardino o alla finestra e che abita la casa al limite del parco del Trasimeno, scendendo verso il lago. L’uomo lo avevo già notato all’andata…

Continua a leggere

Pomeriggio all’Adda

Sono passate quasi 2 settimane dal pomeriggio passato al fiume Adda e il ricordo è ancora molto vivo. Con Mariarosa, Giorgio, Giusy, Diletta e Simone e Manuel, dopo il pranzo di alcuni di noi in Casa Oceano, siamo andati, con alcuni giovanotti che la abitano, a cercare un posto all’aperto, per girare e fotografare materiale…

Continua a leggere
Marcia straordinaria della PACE e XXV aprile

Marcia straordinaria della PACE e XXV aprile

Marcia straordinaria della PACE, Perugia-Assisi 24 aprile 2022 Commemorazione alla lapide dei caduti per la Resistenza a Borgo XX Giugno – Perugia 25 aprile 2022 Come i partecipanti ad entrambe le manifestazioni di ieri e di oggi anch’io ho partecipato con spirito diverso: la guerra in corso ai confini dell’Europa ci impaurisce molto, anzi abbiamo…

Continua a leggere
Earth Day 2022

Earth Day

Mi piace camminare nel Parco del Trasimeno: ho la fortuna di abitare molto vicino e attraversata la strada che taglia il paese (trafficatissima) sono tra i campi e la riva sud del lago. Il mattino mi godo il silenzio e le luci dell’alba rimettendo in moto il corpo: qualche volta cammino ancora al buio su…

Continua a leggere
Una tregua per tutti

Una tregua per tutti

Quasi solo il Papa continua ad invocare l’interruzione immediata della guerra: con tregua temporanea o con definitiva risoluzione. E sono molto d’accordo. Fermiamo subito questo schifo di guerra: tutte le guerre, nessuna esclusa, sono sporchissime. E fare un po’ di silenzio, come promosso e promesso dal Gruppo Abele per l’appuntamento di sabato scorso, crea uno…

Continua a leggere