La Fondazione “don Leandro Rossi” nata nel 1996 per volontà dello stesso don Leandro ,  si propone di offrire risposte concrete a sostegno di categorie svantaggiate con particolare attenzione ai bisogni dei minori a forte rischio di esclusione sociale. Promuove territorialmente azioni di sensibilizzazione alla cultura della solidarietà e dell’integrazione sociale e persegue eticamente il riconoscimento della dignità umana.

Don Leandro Rossi (1933-2003), sacerdote lodigiano, laureato in teologia morale ha svolto per lunghi anni l’attività accademica.

Successivamente, nel totale abbraccio al messaggio evangelico ha aderito profondamente alla cultura della non-violenza e della tolleranza. Ha accolto nella propria casa gli emarginati e si è messo al servizio dei poveri.

Ha fondato strutture per tossicodipendenti e malati di AIDS e, come ultima azione, ormai malato, ha posto l’attenzione sui minori in difficoltà eleggendoli a speranza e risorsa per il futuro.

“Ho scelto i poveri, gli emarginati, i diseredati, coloro che trovano difficolta nell’essere accolti. La scelta dei poveri non può essere che radicale il prossimo deve essere accettato per quello che è. Il Cristo che io ho scoperto nei miei fratelli aveva qualche problema: era un Cristo che rubava, faceva l’ipocrita, si drogava. Scopro Gesù ogni volta che mi batto contro le cause che generano la povertà e lo stato di abbandono. La salvezza viene dai poveri, dai semplici: la pietra scartata è diventata testata d’angolo”.

don Leandro Rossi