Vilhelm Hammershøi, Interno con due candele, 1904, particolare

La pena di morte

Leandro Rossi per “Utopia possibile”, numero 7, febbraio 1990, pp. 16-17. Il discorso a favore o contro la pena capitale è ricorrente. A noi spiace che a riproporlo recentemente sia stato l’On. Forlani, che si dice cristiano ed è il segretario democristiano, sia pure invocandola a favore delle innocenti vittime dei sequestri. Vorremmo esprimere qui…

Carl Blechen, Sentiero nella foresta vicino a Spandau

Helder Camara

Leandro Rossi per “Utopia possibile”, numero 6, dicembre 1989, p. 21. Candidato al Nobel per la Pace, gli fu preferito il segretario americano Kissinger, che poi si scoprì che aveva favorito il golpe contro Allende in Cile. Ma 40.000 giovani firmarono per dire che il vero profeta di pace era lui e gli consegnarono le…

Pieter Paul Rubens, San Girolamo

La speranza non è nella legge

Leandro Rossi per “Utopia possibile”, numero 6, dicembre 1989, pp. 12-13. Le posizioni che meritano di essere dibattute oggi non sono, a nostro avviso, quelle che contrappongono il proibizionismo delle destre e l’antiproibizionismo di Pannella, come noi li definiamo: uguali e contrari. Contrari, perché sembrano agli antipodi, ma uguali perché danno enorme importanza alla legge,…

Carlo Caretto

Il testimone Carlo Caretto

Leandro Rossi per “Utopia possibile”, numero 1, gennaio 1989, pp. 28-29. Stavolta passiamo dalla storia alla cronaca. Carlo Caretto è morto quest’anno a Spello, nella sua fraternità di piccoli fratelli e piccole sorelle. Era nato ad Alessandria nel 1910 e divenne presto Presidente nazionale della gioventù di Azione Cattolica (la cosidetta “Giac” i cui baschi…

Ernst Ludwig Kirchner, Ragazzo con dolci, 1918

La rabbia delle comunità

Leandro Rossi per “Utopia possibile”, numero 1, gennaio 1989, pp. 8-10. Sono il responsabile di diverse comunità. terapeutiche (meglio alternative) per ex tossicodipendenti. Non le so dire la rabbia che provo in questi giorni leggendo i giornali. Liberalizzazione e repressione Liberalizzazione e repressione sono come i punti estremi di un pendolo sociale: la libera eroina…