Gian Michele Maglio

Una cornice di parole per creare un campo sociale comune

Le parole sono ambigue, prese singolarmente non sono in grado di definire completamente l’oggetto che indicano. Le parole rimandano necessariamente ad altre parole, discrete seppur infinite nelle loro combinazioni. E così facciamo un salto nel linguaggio, ne siamo costituiti, formati, a volte parlati. Aristotele disse che “l’animale che ha linguaggio” è “animale politico”. Estremamente necessario…