in terrazza

Non tutte le erbe sono dello stesso fascio

La Cooperativa Famiglia Nuova non è coinvolta dallo “scandalo” delle finte accoglienze di migranti: dalla sua fondazione è infatti impegnata, rendendo disponibili anche risorse umane ed economiche proprie, in favore delle persone più povere, in vulnerabilità di rimanere fuori, o di essere messe fuori, dalla “Società Civile”. Non tutte le erbe sono dello stesso fascio…

bandiera dei pirati

La piratessa

Chi ha avuto la fortuna, come me, di lavorare come educatore con i migranti, non può non aver seguito la vicenda della Sea Watch, con la capitana Karola Rackete che ha deciso di entrare in porto, con tanto di “attacco”, come è stato definito, alla nave della finanza. Attracco riuscito e scoppia il caso diplomatico.…

dopo un anno

Sì, è già passato un anno

Un anno dopo. Conclusioni di un giovane utente dopo un anno di percorso. Mi chiamo David Fernando Penna e sono 365 giorni che non perdo tempo. Sono stato a casa settimana scorsa, non ci entravo da un anno. Sembrerà poco, ma considerando come è andata cercherò di trasmettervi ogni emozione vissuta, nella testa e nel…

il Bilancio Sociale 2018

Il bilancio sociale 2018 di Famiglia Nuova

Cari tutti, siamo al termine di un altro anno di lavoro, sfide, speranze fatiche successi ed inciampi. Stiamo vivendo tempi in cui le persone si allontanano sempre più, i legami si affievoliscono quando non si azzerano. La qualità delle relazioni umane si sfoga spesso in linguaggi che rendono fertili i processi di esclusione. L’uso delle…

nella biblioteca di Tuoro

Il viaggio di James

Sabato 27 aprile alla Biblioteca di Tuoro sul Trasimeno si è svolta la presentazione del libro “E Baboucar guidava la fila” (Ed. Minimum fax) da parte dell’autore Giuseppe Dozzini. Il romanzo è stato ispirato all’autore dalla sua amicizia con alcuni ragazzi richiedenti asilo di Perugia e illustra la vita, le difficoltà, le gioie e i…

Saluto a Ibrahim

Caro Ibrahim, domenica nel silenzio attonito, confuso, e addolorato, in quella saletta del pronto soccorso dove sembravi addormentato, un sentimento forte mi attraversava la mente: Ingiusto! Non ti conoscevo, sapevo poco di te, ci siamo incrociati qualche volta a Crespiatica e in segreteria, mi sono arrivati segnali di preoccupazione da Luigi, da Ilaria, da Manuel…