Un sabato al fiume Trebbia

Una pausa, approfittando del tempo che è ancora clemente. Un sabato diverso, spensierato. Per lunedì c’è tempo, c’è tempo per un altro giorno di lavoro, per un’altra lezione del corso di formazione, per un’altra mattinata a fare il giro di tutte le agenzie interinali, per un’altra giornata di scuola che, ormai, sta per iniziare. Senza fotografie, questa potrebbe essere la storia di un gruppo qualsiasi di amici. È la vita di tante Persone. Basterebbe smettere di cercare le diversità e le differenze per accorgersi delle somiglianze.

Dispersione scolastica, un progetto del territorio

Afferma la responsabile del progetto Cristiana Passerini: «Il difficile è agganciare quei ragazzi che sono fuori da ogni circuito – sottolinea -. Partiamo dalla prevenzione scolastica. Faremo formazione ai docenti, coinvolgendoli nella rete che guarda agli studenti a rischio; ci sarà un educatore di corridoio, ad intercettare quei bisogni che escono più facilmente in contesti informali scolastici come vicino alle macchinette o ai bagni. Nel secondo quadrimestre con Microcosmi saranno proposti laboratori aperti anche a chi è sul territorio».

«Vorremmo intercettare il bisogno che rimane sommerso, quel malessere di chi è già fuori da ogni circuito e costruire un progetto individuale con la persona».

Don Leandro Rossi

La svolta: nel Natale del 1977 nella piccola chiesa di Cadilana (Lodi) Don Leandro accoglie il primo tossicodipendente e inizia cosi l’avventura nell’accogliere quelle “pietre scartate che sono diventate testata d’angolo”, in quegli anni gli ultimi tra gli ultimi e quanti chiedessero un rifugio. A questo punto don Leandro inizia a rimanere solo: chi mai voleva vivere vicino ai tossici? D’altra parte la curia nel 1994 invita don Leandro a una scelta precisa: o la parrocchia o la comunità; le due cose appaiono alla curia inconciliabili poiché la cura dei tossicodipendenti avrebbe sottratto tempo alle esigenze parrocchiali.

NEWS RECENTI

Notizie ed eventi da Famiglia Nuova

adolescente e dispersione scolastica

Dispersione scolastica, un progetto del territorio

Raffaella Bianchi per “Il CIttadino”, 13 novembre 2018, p. 2. Ventitre partner tra pubblico e privato sociale, una durata di tre anni, finanziato dalla fondazione “Con i bambini” che ha sede a Roma e opera a livello nazionale: il progetto “Behind the blackboard” su dispersione scolastica, prevenzione extra-scolastica e cittadinanza attiva, focalizzato sui ragazzi dagli…

ricordo Egisto Taino

Egg (con 2gi)

Egg (con 2gi), scritto così fa un po’ ridere, ricordo quanto abbiamo riso. E litigato, anche ferocemente. Sono rimasto di stucco tante volte di fronte alle tue sparate, spesso magnificamente sorprendenti e immaginifiche. Ci ricordiamo bene la tua faccia, unica. La tua barba, la Chimica che insegnavi alle scuole superiori, il tuo naso, le tue mises,…

Utopia al fiume Trebbia - foto Ciro Vajro

Utopia. Un sabato al fiume Trebbia

Un po’ di pacchia, ogni tanto ci vuole. Una pausa, approfittando del tempo che è ancora clemente. Un sabato diverso, spensierato. Per lunedì c’è tempo, c’è tempo per un altro giorno di lavoro, per un’altra lezione del corso di formazione, per un’altra mattinata a fare il giro di tutte le agenzie interinali, per un’altra giornata…

Luca Signorelli, particolare della pala di Sant'Onofrio

 Ma che emozioni…

Sono stato a trovare una collega ferita “sul campo di battaglia”: ha ferite importanti, che le mineranno per un po’ l’autonomia dei movimenti. Dopo il primo impatto della visita a sorpresa sono stato ingoiato dalle emozioni che hanno preso il sopravvento dal secondo istante e che, mentre scrivo, mi scaldano ancora gli occhi e il…

Cattolica - XXIII Raduno nazionale Sport e Comunità – foto Ciro Vajro

Le foto del XXIII raduno Sport e comunità a Cattolica

Dal 10 al 15 settembre 2018 a Cattolica si è svolta la XXIII edizione del raduno Sport e comunità. Circa trecento ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia, hanno trascorso insieme a noi una settimana di sport, incontri e musica. Tra gli sport: calcio, calcio a 5, pallavolo, beach volley, bocce, beach tennis, tennis tavolo…

una notte

Una notte

“Hanno chiamato dall’appartamento di Santa Lucia, c’è una ragazza, una ragazza nell’appartamento!”, partimmo assieme io e B. la coordinatrice del progetto accoglienza migranti di un’associazione con la quale ho lavorato in passato, non avevo mai capito né tanto meno visto con i miei occhi cosa fosse “la tratta”. B. mi portò con lei quel giorno…

Mariarosa presenta il bilancio sociale 2017

Mariarosa presenta il nuovo bilancio sociale di Famiglia Nuova

A me, per la prima volta, il compito e l’onore di introdurre questo bilancio che rappresenta la parte di significato del lavoro sociale che ogni giorno cerchiamo di interpretare al meglio. Il primo pensiero è di gratitudine verso Bruno che mi ha preceduto e che ha saputo guidare la barca in anni duri e anche…

Ettore Buttazzoni, Giovane nudo in piedi, 1873

Mio figlio… è uomosessuale

Con questa frase imprecisa, ma carica di orgoglio, mia mamma dichiarava alle sue amiche il mio orientamento sessuale. ’annotazione non era necessaria: molto di me si esprime attraverso atteggiamenti e posture, pensieri e parole di matrice femminile; a chi interessava sapere era già evidente. La frase serviva per esprimere il suo consenso, e da un…

I NOSTRI SERVIZI

cosa facciamo