XL e oltre

Per i 40 anni di Famiglia Nuova

Siamo diventati grandi, abbiamo consumato tante scarpe, incontrato tante salite, ci siamo stretti a tante persone, alcune delle quali non ci sono più. Ciascuno ha dato il proprio contributo e ha fatto in modo che questa “utopia possibile”, come la chiamava il nostro fondatore don Leandro, continuasse a camminare sui sentieri battuti da un’umanità fragile, emarginata, discriminata, riconoscendo a ciascuno il diritto alla propria felicità. A tutti naturalmente va il nostro grazie.

Sono passati quarant’anni, è un compleanno importante che, in tempi in cui è richiesto un distanziamento fisico, sembra impossibile festeggiare.

Noi ci vogliamo provare, naturalmente rispettando le regole e vi chiediamo di affiancarci in un’avventura alla quale vorremmo partecipassero tutti quelli che, come noi, credono che sia più che mai necessario condividere il peso e la responsabilità di servizi indispensabili alla vita e al benessere comune.

LETS GO! Un aiuto concreto in un periodo difficile

La nostra Cooperativa ha potuto chiudere il bilancio economico finanziario 2020 senza produrre un saldo negativo: nel difficilissimo anno trascorso alcuni dei servizi educativi per l’infanzia che offriamo in provincia di Lodi sono rimasti chiusi, secondo le norme sanitarie anti Covid.

Il contributo della Fondazione Cariplo, cercato e ricevuto, ci ha permesso di reggere l’impatto economico, finanziario, e sociale, causato dalla pandemia.

In un momento drammatico il sostegno di Fondazione Cariplo ha rappresentato per noi un grande aiuto a livello economico, ma anche un incentivo a lavorare al meglio a servizio del prossimo, consapevoli che pur nelle difficoltà, vi è una rete generosa, capace di sorreggere i progetti sociali, arricchendo il patrimonio relazionale e di sostegno dell’intera comunità.

L’elefante della memoria per i quarant’anni di Famiglia Nuova

L’elefante è simbolo di memoria e longevità, vive in gruppo, un gruppo che si prende cura del più fragili. Anche per questi motivi gli adolescenti e gli educatori di “Famiglia Nuova” con la comunità educativa “Casa Oceano” l’appartamento per minori stranieri non accompagnati “Casa Eg” ei Servizi educativi integrati, hanno scelto proprio un elefante da realizzare insieme all’artista Antonio Massarutto, friulano di origine e residente in Toscana. La scultura sta prendendo forma da lunedì a oggi a Villa Braila, a partire da legna che i ragazzi hanno ricavato da bancali.

Don Leandro Rossi

La svolta: nel Natale del 1977 nella piccola chiesa di Cadilana (Lodi) Don Leandro accoglie il primo tossicodipendente e inizia cosi l’avventura nell’accogliere quelle “pietre scartate che sono diventate testata d’angolo”, in quegli anni gli ultimi tra gli ultimi e quanti chiedessero un rifugio. A questo punto don Leandro inizia a rimanere solo: chi mai voleva vivere vicino ai tossici? D’altra parte la curia nel 1994 invita don Leandro a una scelta precisa: o la parrocchia o la comunità; le due cose appaiono alla curia inconciliabili poiché la cura dei tossicodipendenti avrebbe sottratto tempo alle esigenze parrocchiali.

NEWS RECENTI

Notizie ed eventi da Famiglia Nuova

Bruno Marchini - Presidente Anlaids

1 dicembre 2021. Giornata mondiale di lotta all’Hiv Aids

Un’altra occasione per ricordare, in simultanea nel mondo, con una giornata di testimonianze, comunicazioni, convegni ed esibizioni, che Hiv e Aids possono essere evitati (Anlaids). La diffusione dei test rapidi, promossi gratis dalle Associazioni di lotta alla diffusione di Hiv e Aids, e l’utilizzo del profilattico nei rapporti occasionali sono il costante messaggio che da…

don Luigi Ciotti alla Conferenza autoconvocata "Stop war on drug: facciamo la pace con le droghe e con chi le usa"

A Genova. Conferenza autoconvocata e VI Conferenza nazionale

Conferenza autoconvocata “Stop war on drug: facciamo la pace con le droghe e con chi le usa” e VI Conferenza nazionale sui problemi connessi alla diffusione delle sostanze stupefacenti e psicotrope Genova, 26-28 novembre 2021 Venerdì mattina, 26 novembre. Mi collego con il computer alla Conferenza di Genova, autoconvocata dal CNCA (Controconferenza mi piaceva di…

panchina rossa

Come ogni anno contiamo le donne morte in quanto donne!

Sono 103 in questo ultimo anno, una ogni 3 giorni, 87 vittime di chi dice di amarle o le ha amate. Spesso donne che hanno cercato di liberarsi da un amore soffocante, malato, possessivo oppure semplicemente che avevano smesso di amare o che si erano innamorate di un altro uomo. Come fare per interrompere questa…

John Everett Millais, Ophelia, particolare

Uomo e donna, maschio e femmina

E una, due, quattro poi una volta alla settimana, due, quattro. Una serie infinita di omicidi. Femminicidio secondo me sminuisce il titolo del reato, facendone una sottospecifica. E un po’ addossa la responsabilità sociale e culturale agli uomini (è ancora femminicidio nel caso in cui l’assassina sia donna?). È una rogna sociale, esplosa negli anni,…

Jean-Auguste-Dominique Ingres, Studio per Angelica, 1818

Eutanasia, un tema delicatissimo

Il giudice tutelare ha nominato il papà di Samantha suo amministratore di sostegno. I medici non potranno più disporre della qualità della vita e della fine (al femminile) della vita senza confrontarsi con chi Samantha l’ha voluta, cresciuta, amata. Direi, anzi dico: bene! Il tema è delicatissimo, la parola eutanasia risuona drammaticità, ma l’intensità del…

Tommaso

Lo stupore di un gesto incredibile

Il 27 ottobre è stata organizzata “la caccia alle erbe” Dovevo andarci con un ragazzo che seguo per lavoro che, inaspettatamente, mi aveva detto che ci sarebbe stato. All’ultimo minuto, questo sì che me l’aspettavo, non è venuto. Ma il punto è un altro. Sono andato per curiosare, perché avevo un po’di tempo. C’erano lì…

Imboscata parlamentare ai diritti LGBT

Imboscata parlamentare ai diritti LGBT+

L’ affossamento ieri al Senato italiano, della proposta di legge Zan, ci sbatte in faccia l’ennesimo sopruso nel rispetto dei diritti tra i più sensibili di questi tempi. La condanna dei reati di omotransfobia non è ideologica: provate a camminare di sera, soli per le strade di qualche “metropoli” nostrana, ugualmente nelle strade centrali dello…

I NOSTRI SERVIZI

cosa facciamo